Un Sogno, un Bambino

+-+-

Contattaci

Argomenti recenti+-

L’endometrio nella fecondazione assistita da raimondoelena
Ottobre 29, 2019, 01:51:20 pm

Clinica Stellart opinioni da chiara
Ottobre 29, 2019, 01:47:53 pm

Incinta grazie alla clinica Ferticentro da alessia
Maggio 17, 2019, 09:27:26 am

Una testimonianza di uno dei nostri associati sulla clinica Ferticentro da admin
Aprile 01, 2019, 01:57:23 pm

Precisazioni e particolarità della clinica FERTICENTRO da admin
Maggio 17, 2018, 06:02:55 pm

Tariffe speciali accordate da Ferticentro ai soci di "Un Sogno, Un Bambino" da admin
Maggio 17, 2018, 06:01:22 pm

Sito italiano della clinica in partenariato Ferticentro da admin
Maggio 17, 2018, 05:57:09 pm

La “Beta Hcg” –è l'ormone della gravidanza da admin
Maggio 15, 2018, 03:50:40 pm

La fertilità potrebbe ripartire grazie ad una sostanza estratta da cell vegetali da admin
Maggio 15, 2018, 03:44:02 pm

Focus sull’endometriosi da admin
Maggio 02, 2018, 04:27:13 pm

frutta e verdure per la buona salute vostra?Rischiate di diventare in fertili! da admin
Aprile 19, 2018, 11:18:32 am

Gli spermatozoi “fiutano” l’ovocita. Una scoperta italiana da admin
Marzo 15, 2018, 05:01:14 pm

Gli spermatozoi “fiutano” l’ovocita. Una scoperta italiana da admin
Marzo 15, 2018, 05:00:43 pm

condizioni di accesso al dono di ovociti e trattamenti di PMA in Repubblica Ceca da admin
Febbraio 28, 2018, 11:15:17 pm

Sito italiano della clinica in partenariato Stellart da admin
Febbraio 28, 2018, 10:59:15 pm

pagina Facebook da admin
Ottobre 10, 2017, 12:38:58 pm

Benvenuti nel nostro forum. Come utilizzarlo ? da admin
Ottobre 10, 2017, 12:33:27 pm

La legge 40 del 2004 in Italia: domande e risposte da admin
Agosto 09, 2017, 02:55:23 pm

Reti sociali

GLI INTERFERENTI ENDOCRINI

La nostra Associazione ha voluto dedicare un accenno importante ai fattori ambientali che possono modificare o bloccare l’azione ormonale sulla persona o addirittura sui suoi discendenti, essendo il feto particolarmente sensibile. 

 Sin dagli anni '70 i loro effetti sono stati osservati e solo dal 2010 sono stati presi provvedimenti (per esempio contro il bisfenol A (BPA) che si ritrova nella plastica e che possiede effetti deleteri sugli estrogeni).

Quanto segue è un estratto del libro francese “Perturbateurs Endocriniens” dell’autrice Dott.ssa Valérie Foussier, Ed. J. Lyon. Senza allarmarsi oltre misura, è comunque saggio esser consapevoli di tali interferenti ambientali e della loro azione più o meno dannosa sul corpo umano. 

 

Questi interferenti endocrini ambientali avrebbero effetti sul cervello, la crescita, l’immunità, e gli organi riproduttivi. 

Il termine di “interferente endocrino” oppure “pertubatore endocrino” viene dalla traduzione inglese “endocrine Disruptor”, fu definito nel 1991 da T. COLBORN, -Prof.ssa di zoologia nel Colorado- e si riferisce ad ogni agente chimico che abbia proprietà ormono-mimetica provocando anomalie fisiologiche. Questa sigla fu anche adoperata dall’OMS (Organizzazione Mondiale per la Salute) e dall’Unione Europea. 

Più di 800 prodotti possiedono questa caratteristica. 

Un interferente endocrino è, secondo l’OMS, “una sostanza chimica naturale o sintetica, estranea all’organismo e suscettibile di interferire con il funzionamento del sistema endocrino e indurre così effetti deleteri in questo organismo”. 

Per esempio possono essere di origine naturale: gli ormoni e i fito-estrogeni presenti nella soia. 

Possono essere nei prodotti di consumo quotidiano: ne troviamo dappertutto, nell’aria, nell’acqua, alimenti, ecc. 

Questi perturbatori hanno diversi modi di azione e possono influenzare sia la sintesi, la secrezione, il trasporto, lo stoccaggio, il rilascio, l’azione o l’eliminazione degli ormoni.  Può perturbare anche la regolazione di altri fattori sotto dipendenza degli ormoni e possono creare disturbo nello sviluppo, nella riproduzione, e certi tipi di carcinoma. Possono anche provocare obesità e diabete. 

 

Ci sono tre classi di perturbatori: 

  • Quelli che pregiudicano l’attività degli estrogeni, di origine naturale o sintetica

  • Quelli che coinvolgono gli ormoni tiroidei. 

 

Composti naturali: 

  •  mico-estrogeni, fito.estrogeni, 17-ß-estradiol 

 

 

  • Composti sintetici con attività estrogenica: 

  • Antiossidanti 

  • Composti orgaometallici 

  • Detergenti ed agenti umidificanti, 

  • Pesticidi, (DDT, HCH, PCDD) 

  • Plastici (alchifenoli, nonifenoli, ftalati) 

  • Policloro-Bifenile (PCB) 

  • Medicine a base di estrogeni (DES) e le 17- ß -estradiol (per le donne in menopausa, THM) e 17 ß-etinilestradiol (utilizzato nella pillola contracettiva). 

 

Interferenti endocrini che pregiudicano l’attività degli ormoni tiroidei: 

Gli ormoni tiroidei hanno un ruolo centrale nella crescita, nel metabolismo, la termoregolazione, la riproduzione, lo sviluppo del sistema cardio-vascolare. 

Gli interferenti che agiscono su questo sistema provocheranno disordini neuropsichici importanti, soprattutto quando l’esposizione avviene in utero. I maggiori interferenti responsabili: sono: 

  • Perclorati, componenti polibromurati (ritardatori di fiamma), ftalati, diossine, parabene; altri sono sospettati: quali il piombo, neurotossico che altera la spermatogenesi e il mercurio associato all’infertilità e all’autismo.

Utente+-

Benvenuto, Visitatore.
Per favore effettua il login oppure registrati.
 
 
 
Password dimenticata?

Cliniche partner

Facebook


Powered by EzPortal