Un Sogno, un Bambino

+-+-

Contattaci

Argomenti recenti+-

Lina Hurtig e Lisa Lantz aspettano un figlio ! da admin
Aprile 07, 2021, 04:28:45 pm

ENDOMETRIOSI E IL DESIDERIO DI DIVENTARE MAMMA da admin
Marzo 23, 2021, 09:18:08 am

Fecondazione assistita: tuo figlio ti assomiglia anche se ha altri geni da admin
Marzo 11, 2021, 07:23:28 am

I vaccini COVID non influiscono sulla fertilità da admin
Marzo 10, 2021, 09:36:54 am

Kinderwunsch : Primo Salone Internazionale della Fertilità 3D-Online da admin
Marzo 09, 2021, 01:44:45 pm

ETA MASSIMA PER LA FECONDAZIONE ASSISTITA da admin
Febbraio 25, 2021, 12:27:11 pm

Ovodonazione in Italia come funziona ? da admin
Febbraio 21, 2021, 08:59:19 am

Infertilità tra patologie e legislazione, esperti a convegno da admin
Febbraio 21, 2021, 08:56:35 am

Essere una donna infertile nel XXI secolo: vissuti psicologici e stigma sociale da admin
Febbraio 21, 2021, 08:54:35 am

ENDOMETRIOSI E TRATTAMENTO MANIPOLATIVO OSTEOPATICO da admin
Febbraio 21, 2021, 08:50:40 am

INCONTRO ONLINE GRATUITO : ENDOMETRIOSI E PAVIMENTO PELVICO da admin
Febbraio 05, 2021, 02:23:56 pm

Emma Roberts, la gravidanza difficile e i problemi di fertilità da admin
Gennaio 19, 2021, 02:32:46 pm

Scoperto il meccanismo molecolare che regola il movimento degli spermatozoi da admin
Gennaio 19, 2021, 02:29:26 pm

GRAVIDANZA E ALIMENTAZIONE : UNA DIETA SANA PER SFIDARE L'INFERTILITA da admin
Gennaio 19, 2021, 02:24:11 pm

Infertilità maschile: uno dei problemi legati alla difficoltà di una gravidanza da admin
Ottobre 13, 2020, 03:12:55 pm

Fecondazione assistita, donare ovuli oggi in Italia è possibile ma nessuno lo fa da admin
Ottobre 08, 2020, 04:12:12 pm

L’endometrio nella fecondazione assistita da raimondoelena
Ottobre 29, 2019, 01:51:20 pm

Clinica Stellart opinioni da chiara
Ottobre 29, 2019, 01:47:53 pm

Incinta grazie alla clinica Ferticentro da alessia
Maggio 17, 2019, 09:27:26 am

Una testimonianza di uno dei nostri associati sulla clinica Ferticentro da admin
Aprile 01, 2019, 01:57:23 pm

Precisazioni e particolarità della clinica FERTICENTRO da admin
Maggio 17, 2018, 06:02:55 pm

Tariffe speciali accordate da Ferticentro ai soci di "Un Sogno, Un Bambino" da admin
Maggio 17, 2018, 06:01:22 pm

Sito italiano della clinica in partenariato Ferticentro da admin
Maggio 17, 2018, 05:57:09 pm

La “Beta Hcg” –è l'ormone della gravidanza da admin
Maggio 15, 2018, 03:50:40 pm

La fertilità potrebbe ripartire grazie ad una sostanza estratta da cell vegetali da admin
Maggio 15, 2018, 03:44:02 pm

Focus sull’endometriosi da admin
Maggio 02, 2018, 04:27:13 pm

frutta e verdure per la buona salute vostra?Rischiate di diventare in fertili! da admin
Aprile 19, 2018, 11:18:32 am

Gli spermatozoi “fiutano” l’ovocita. Una scoperta italiana da admin
Marzo 15, 2018, 05:01:14 pm

Gli spermatozoi “fiutano” l’ovocita. Una scoperta italiana da admin
Marzo 15, 2018, 05:00:43 pm

condizioni di accesso al dono di ovociti e trattamenti di PMA in Repubblica Ceca da admin
Febbraio 28, 2018, 11:15:17 pm

Sito italiano della clinica in partenariato Stellart da admin
Febbraio 28, 2018, 10:59:15 pm

pagina Facebook da admin
Ottobre 10, 2017, 12:38:58 pm

Benvenuti nel nostro forum. Come utilizzarlo ? da admin
Ottobre 10, 2017, 12:33:27 pm

La legge 40 del 2004 in Italia: domande e risposte da admin
Agosto 09, 2017, 02:55:23 pm

Reti sociali

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - admin

Pagine: [1] 2 3
5
Un sogno un bambino è diventata partner ed espositore al Primo Salone Internazionale della Fertilità 3D-Online, che si terrà nei giorni 17-18 aprile 2021. Dove? Probabilmente a casa tua, ma anche in qualsiasi altro luogo tu voglia portare il tuo computer, in totale sicurezza e protezione, anche senza mascherina! Il tutto si terrà dal vivo tramite webinar. Lezioni, seminari, sessioni di controllo qualità e molto altro ti saranno accessibili attraverso lo schermo del tuo computer/ notebook/ tablet e altri dispositivi mobili. Inoltre potrai passeggiare virtualmente per il padiglione fieristico e passare davanti agli stand degli espositori dove troverai cliniche di fecondazione assistita, associazioni e aziende che possono offrire prodotti o servizi che ti aiuteranno e assisteranno. Terapeuti, consulenti nutrizionali e di stile di vita, consulenza personale ecc. Sei nel posto giusto! Prima prendi un appuntamento, più possibilità hai di incontrare faccia a faccia esperti internazionali di fertilità che potranno rispondere alle tue domande. Potresti avere nuove idee e suggerimenti su dove e come cercare di risolvere i tuoi problemi. Vale la pena considerare questa opzione gratuita! Pensi che la tua conoscenza delle lingua straniere non sia adeguata per discutere il tuo caso con un esperto internazionale? Il nostro evento è multilingue e potrai parlare e fare domande nella tua lingua madre. Guarda quante lingue parliamo su:
https://kinderwunsch-messe.de/en/
Devi solo registrarti e fissare un appuntamento. Segnati la data di questo fine settimana di aprile nella tua agenda. Non vediamo l'ora di incontrarti!

6
Come utilizzare il Forum / ETA MASSIMA PER LA FECONDAZIONE ASSISTITA
« il: Febbraio 25, 2021, 12:27:11 pm »
FECONDAZIONE ASSISTITA ETÀ MASSIMA DONNA IN ITALIA: NON È 45 ANNI!

Per accedere alla fecondazione assistita, in Italia, l’età massima consentita (per la donna) non ha un limite fissato per legge!
Si legge ancora su molti siti web e quotidiani informativi online che il limite di età della donna per accedere alle tecniche di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) è di 45 anni, NON È VERO!! La legge di riferimento in questo caso è la Legge n.40 del 19 febbraio 2004 e nello specifico all’Art.5 dice: Fermo restando quanto stabilito dall’articolo 4, comma 1, possono accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita coppie di maggiorenni di sesso diverso, coniugate o conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi.

La normativa dispone dei limiti per l’accesso alle tecniche di PMA, in termini di età e di numero di tentativi, le Regioni stabiliscono sia i limiti che i costi relativi alle prestazioni. Di seguito i limiti di età vigenti per ogni regione:

41 ANNI: UMBRIA (FINO A 4 TENTATIVI) decreto del 07/03/2007

42 ANNI: BASILICATA, CALABRIA (4 TENTATIVI) decreto del 14/12/2011, LIGURIA, SICILIA, TOSCANA (FINO A 4 TENTATIVI) delibera del 06/10/2014, VALLE D’AOSTA (FINO A 4 TENTATIVI) delibera del 13/09/2019

43 ANNI: EMILIA ROMAGNA (FINO A 3 TENTATIVI) delibera del 11/09/2014, FRIULI VENEZIA GIULIA (FINO A 4 TENTATIVI) delibera del 16/01/2015, LAZIO (FINO A 3 TENTATIVI) decreto del 04/02/2016, LOMBARDIA (FINO A 3 TENTATIVI) delibera del 28/12/2017, PIEMONTE (FINO A 3 TENTATIVI) delibera del 15/09/2014,

45 ANNI: MARCHE, MOLISE, PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO (FINOA 3 TENTATIVI) delibera del 18/12/2018, PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO (FINO A 6 TENTATIVI) delibera del 16/03/2018, PUGLIA (FINO A 6 TENTATIVI) delibera del 18/07/2017, SARDEGNA (FINO A 3 TENTATIVI) delibera del 04/08/2020

46 ANNI: ABRUZZO (FINO A 6 TENTATIVI) delibera del 18/08/2018, CAMPANIA (FINO A 6 TENTATIVI) decreto del 04/02/2019

50 ANNI: VENETO (FINO A 4 TENTATIVI) decreto del 13/04/2016

10
Per partecipare all'incontro basta iscriversi !

11
Questo incontro è rivolto alle donne con endometriosi. Prenotate la vostra partecipazione !

13
Ad indagarlo, un team di ricercatori coordinato da Gaia Pigino, associate head del Centro di ricerca in Biologia strutturale dello Human Technopole e group leader al Max Planck Institute of Molecular Cell Biology and Genetics a Dresda. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista “Science”, che alla ricerca ha dedicato anche la copertina.
E’ stato individuato, nei topi, un nuovo meccanismo molecolare grazie al quale gli spermatozoi, ovvero le cellule riproduttive maschili, riescono a mantenere la direzione nei loro spostamenti verso l’ovocita e senza il quale la fertilità risulta compromessa. “Si tratta dell’aggiunta di un particolare amminoacido, la glicina, alla sequenza della proteina tubulina, fondamentale componente della scheletro microtubulare del flagello, ossia la coda dello spermatozoo”. Così gli studiosi hanno spiegato i risultati della ricerca, a cui tra l’altro la celebre rivista scientifica “Science” ha dedicato la copertina, che ha visto protagonisti Gaia Pigino, associate head del Centro di ricerca in Biologia strutturale dello Human Technopole e group leader al Max Planck Institute of Molecular Cell Biology and Genetics a Dresda, insieme ai ricercatori dello stesso Max Planck Institute e quelli dell'Istituto Curie di Orsay e del Centro di ricerca e studi avanzati europei di Bonn.

Scarsa mobilità causa di infertilità nell’80% dei casi
APPROFONDIMENTO
Scoperta una spia della fertilità maschile nel Dna mitoncondriale
“Senza questa modificazione della tubulina”, si legge proprio in un comunicato diffuso sul sito dello Human Technopole di Milano, “gli spermatozoi non riescono a regolare il battito del flagello con cui si muovono e quindi indirizzare il movimento che questo imprime loro”. In sostanza, aggiungono i ricercatori, “la mutazione genetica che impedisce l’aggiunta della glicina alla tubulina fa si che gli spermatozoi tendano a muoversi circolarmente, perdendo l’orientamento, senza quindi riuscire a raggiungere l’ovocita, la cellula riproduttiva femminile, e completare la fecondazione”. La ricerca, condotta grazie alla crio-microscopia elettronica, potrebbe adesso portare ad importanti e possibili prospettive per l’uomo, per cui i problemi legati alla scarsa mobilità degli spermatozoi rappresentano la causa di infertilità nell’80% dei casi.

Il ruolo delle ciglia nel corpo umano
Al centro dello studio, dunque, il flagello dello spermatozoo, un particolare tipo di ciglio, ovvero un organello che si trova sulla superficie della maggior parte delle cellule animali dove svolge tre funzioni importanti come quelle motorie, sensorie e di comunicazione tra cellule. “Nel corpo umano le ciglia sono fondamentali, si trovano pressoché ovunque: dai neuroni, alle cellule epiteliali di reni e polmoni, agli spermatozoi”, ha spiegato Pigino. “Nelle fasi di sviluppo dell’embrione l’azione delle ciglia sono fondamentali perché portano al corretto ‘posizionamento’ e sviluppo di organi e tessuti. Nell’adulto invece, sono necessarie per il corretto funzionamento della maggior parte degli organi. Con l’avanzamento della conoscenza delle loro caratteristiche il funzionamento di ciglia e flagelli viene ad essere correlato ad un numero crescente di patologie, dette anche cigliopatie, tra cui idrocefalo, infertilità, malattie delle vie aeree, malattie policistiche del rene, fegato o pancreas, disfunzioni cognitive, nonché malattie della retina e difetti dell’udito e dell’olfatto”, ha poi aggiunto l’esperta. “Sebbene si tratti ancora di una ricerca di base, conoscere sempre meglio questi organelli ci permetterà di sviluppare in futuro studi per correggerne le disfunzioni e quindi le patologie derivanti”, ha poi concluso.

14
Gravidanza e alimentazione: una dieta sana per restare incinta e sfidare l'infertilità

In cima ai desideri delle coppie palermitane c'è di uscire dall'incubo della pandemia. Il secondo desiderio però, per la maggior parte di esse, è quello di avere un figlio. Molte coppie infatti non riescono a realizzare questo desiderio a causa dell'infertilità, una condizione che impedisce loro di concepire un figlio in modo naturale dopo un anno di rapporti sessuali costanti (almeno tre volte alla settimana) senza utilizzare metodi contraccettivi. L'infertilità non va confusa con la sterilità, che è l'incapacità di portare a termine una gravidanza. La differenza sta nel fatto che l'infertilità permette molte volte di rimanere incinta ma la donna non riesce a portare a termine la gravidanza per vari motivi.

I dati dell'infertilità
Secondo i dati ottenuti da Nutritienda, l'infertilità in Italia colpisce più del 20% delle coppie, una percentuale che aumenta anno dopo anno. Approssimativamente il 36% dei casi è dovuto a un fattore femminile, il 29% a un fattore maschile, nel 22% dei casi i motivi sono misti e il resto (13%) per cause sconosciute o inspiegabili (infertilità idiopatica). Il problema della fertilità non è solo fisico, nella maggior parte dei casi scatena problemi psicologici come stress, depressione, ansia, insonnia, estrema stanchezza durante il giorno e soprattutto tristezza.

Cosa influisce sulla fertilità
Esistono molti fattori che influiscono sulla fertilità come lo stile di vita moderno, l'inquinamento ambientale, il diabete, il consumo di alcol e tabacco o l'eccessiva attività fisica ma l'alimentazione è fondamentale per poter rimanere incinta, l'eccesso o la carenza di determinati nutrienti può complicare la situazione.

Il sovrappeso e l'obesità, a causa dell'alterazione ormonale che producono, di solito rappresentano un problema per il concepimento; allo stesso modo, un peso corporeo ridotto è controproducente quando si desidera avere un bambino. Oltre a seguire un'alimentazione equilibrata, per favorire la fertilità gli esperti di Nutritienda.com raccomandano il consumo di alimenti ricchi di:

Acido folico: si tratta di una vitamina del gruppo B, raccomandata per evitare che il nascituro possa soffrire di problemi neurologici. Normalmente l'assunzione di acido folico viene raccomandato alle donne incinte ma è consigliabile anche per le donne che desiderano una gravidanza, affinché possano avere a disposizione una riserva sufficiente di questo nutriente. L'acido folico è un nutriente chiave e si trova nelle verdure a foglia verde, nel lievito di birra, nell'avocado e nelle lenticchie.

Vitamina A: questa vitamina è imprescindibile per la preparazione alla gravidanza, poiché contribuisce al mantenimento delle mucose dell'organismo tra cui la mucosa uterina, che influenza il ciclo mestruale e lo sviluppo della placenta. Per questo motivo è importante inserire nell'alimentazione frutta e verdura dal colore arancione o rossastro (albicocche, pesche, papaya, mango, melone, carote, zucca, patate dolci, peperoni rossi o pomodoro, tra gli altri), che sono una fonte di Vitamina A. Inoltre è fondamentale anche l'assunzione di tuorlo d'uovo, latte, formaggio cheddar, ceci, germogli verdi come le cime di rapa, la valeriana insalata, gli spinaci e la rucola. Per quanto riguarda la carne, è consigliabile soprattutto il fegato di vitello e di manzo, in misura minore quello di maiale (da dimenticare quello di pollo, che non fa parte della lista) o i suoi derivati come i patè e foie gras, senza abusare di questi ultimi. Riguardo ai frutti di mare, le cozze, le vongole o i cuori di mare, infine, i migliori pesci sono lo sgombro, il salmone, i gronghi e le anguille e se si ha la possibilità di soddisfare un capriccio, si possono consumare le anguille cieche o un poco di caviale ma non le imitazioni.

Vitamina E: chiamata anche la vitamina della fertilità, ha un elevato potere antiossidante che protegge i tessuti dai radicali liberi e dalle tossine ambientali ed è fondamentale per il buon funzionamento ormonale. Fonti eccellenti di questa vitamina sono gli oli vegetali, soprattutto l'olio di girasole, la frutta secca come le mandorle, le nocciole, le noci, gli arachidi, i pistacchi, i pinoli e i semi di zucca e di girasole. È possibile trovare questa vitamina anche nell'avocado, negli asparagi, negli spinaci e nei broccoli, vale a dire, negli alimenti dal colore verde.

Ferro: è molto importante iniziare la gravidanza con delle concentrazioni ottimali di ferro perché durante la gravidanza, aumenta il fabbisogno di questo minerale. Per questa ragione, durante la gravidanza il consumo di alimenti ricchi di ferro è fondamentale ma esistono due tipi di ferro, il ferro "eme", presente negli alimenti di origine animale come la carne, il pesce e le uova e quello "non-eme", che si può trovare negli alimenti di origine vegetale. È importante sapere che il corpo umano non li assorbe allo stesso modo: assimiliamo il 25% del ferro di origine animale e solo il 10% del ferro di origine vegetale. Le carni che contengono una maggiore quantità di ferro "eme" sono il fegato bovino o di maiale, le pernici e le quaglie, i rognoni e in generale le carni rosse, soprattutto le carni bovine. Per quanto riguarda il pesce e i frutti di mare, il ferro è presente nelle cozze, nelle vongole, nei cuori eduli, nelle sardine, nei gamberetti e negli scampi. Ricordiamo che è presente ovviamente nel tuorlo delle uova. Riguardo al ferro "non-eme", è presente nei famosi spinaci di Braccio di Ferro, nelle bietole, nelle fave, nelle lenticchie, nei ceci e nei fagioli. È importante ricordare che se accompagniamo questi alimenti con la vitamina C, aumenteremo l'assorbimento del ferro "non-eme", ad esempio possiamo mangiare le lenticchie con il succo di arancia, le bietole con spicchi di mandarino.

Zinco: lo zinco influisce indirettamente sull'ovulazione e la fertilità: oltre ad esercitare un'azione antiossidante ritarda l'invecchiamento cellulare e follicolare, aumentando in questo modo le possibilità di rimanere incinta. L'assunzione di zinco è raccomandata se si desidera una gravidanza ma anche se si è già in attesa. Questo minerale si trova nella carne di maiale, nei granchi, nel cioccolato fondente, nel riso integrale, nel germe di grano, nei semi di zucca e durante la stagione estiva, nell'anguria! A proposito, per le coppie che desiderano avere un figlio, non c'è niente di meglio delle ostriche, che oltre ad essere l'alimento afrodisiaco per eccellenza, è quello che contiene una maggiore quantità di zinco!

Ricordiamo che tutti gli alimenti indicati sono raccomandati per preparare il corpo durante la ricerca della gravidanza ma non sempre durante la gravidanza, in questo caso è preferibile consultare il nostro medico per sapere quali alimenti dovremmo o non dovremmo consumare.

I cibi che migliorano la probabilità di concepimento
Oltre a una buona alimentazione, Nutritienda.com offre alcuni consigli per migliorare la probabilità di concepimento:

Non fumare né bere alcol: non lo dicono solamente i pacchetti delle sigarette! Il tasso di infertilità tra i fumatori è il doppio rispetto ai non fumatori e aumenta in proporzione al numero di sigarette fumate ogni giorno. Per quanto riguarda l'alcol, anche se esistono studi che affermano che un consumo moderato non riduce la fertilità delle coppie, altri affermano che invece un abuso di alcol lo fa, quindi per evitare la questione su quanto alcol è considerato moderata e quanto un abuso, la cosa migliore è eliminarlo completamente mentre siamo alla ricerca della gravidanza!
Ridurre il livello di stress a cui siamo sottoposti ogni giorno: lo stress provoca delle alterazioni ormonali che danneggiano entrambi i sessi, causando un'ovulazione irregolare nelle donne e una bassa qualità spermatica negli uomini.
Non essere ossessionati dal problema: i fattori psicologici possono ridurre le possibilità di concepimento.
Praticare sport: l'attività fisica oltre ad aiutare a tenere sotto controllo il peso, è positiva per la capacità riproduttiva ma non bisogna esagerare.
Approfittare dei giorni fertili della donna: è molto importante tenere l'ovulazione sotto controllo, poiché anche se la normale ovulazione avviene 14 giorni prima del ciclo mestruale, non tutte le donne sono uguali, quindi è fondamentale conoscere il proprio processo di ovulazione.


Potrebbe interessarti: https://www.palermotoday.it/benessere/salute/alimentazione-fertilita-gravidanza.html

15
Secondo uno studio è stato dimostrato che l’infertilità riconosce per il 30-40% una causa maschile, per il 30-40% una patologia femminile, per il 20% un problema di entrambi e per il restante 10-20% una causa sconosciuta.
L’infertilità maschile non è considerata una sindrome omogenea e ben definita ed essa può essere determinata da cause: pretesticolari (mancata o ridotta produzione spermatica da inadeguata secrezione gonadica), testicolari (patologie primitive del testicolo), post-testicolari (da ostacolato trasporto lungo le vie spermatiche, da disturbi dell’eiaculazione, da alterata biofunzionalità nemaspermica).
Tra gli altri fattori che incidono negativamente sulla fertilità maschile dobbiamo ricordare: fumo, inquinamento, esposizione a sostanze tossiche, abuso di alcol e uso di droghe. La diagnostica dell’infertilità maschile segue un iter specifico standardizzato rappresentato da:- Anamnesi e valutazione del fattore femminile- Esame obiettivo- Esame del liquido seminale- Ecocolordoppler scrotale - Ecografia transrettale della prostata, vescicole seminali- Esami ematologici- Diagnostica genetica- Esami citologici e colturali su secreto prostatica- Diagnostica invasiva.L’esame fondamentale risulta essere la valutazione dei caratteri qualitativi e quantitativi dello sperma ossia lo spermiogramma.

Quali possono essere le cause della sterilità maschile?
L'infertilità maschile può avere diverse cause e la ricerca scientifica sta ancora indagando su alcune ancora oscure, come quelle genetiche. Cause genetiche: quando si presenta una ridotta produzione degli spermatozoi generalmente la causa è da imputare a uno sviluppo imperfetto dei testicoli. Le cause sono la produzione insufficiente di spermatozoi oppure la natura qualitativamente alterata degli spermatozoi (per ridotta motilità, alterata morfologia, DNA danneggiato) che ostacolano il concempimento.

Quali sono le cause della sterilità?
Malattie sistemiche, fattori nutrizionali, abitudini di vita: cause ipotalamiche-ipofisarie (Sindrome di Kallmann, iperprolattinemia, ipopituitarismo, Sindrome di Cushing) diabete mellito, disordini della tiroide, malattie delle ghiandole surrenali, malattie epatiche o renali.

Quali esami fare per la fertilità maschile?
Lo Screening Fertilità Uomo Base include il dosaggio degli ormoni FSH, LH e testosterone, coinvolti nel processo di spermatogenesi e maturazione degli spermatozoi, Inibina B, indicatore di spermatogenesi, l'analisi del liquido seminale (spermiogramma), esame delle caratteristiche chimico-fisiche, e la spermiocoltura

Cosa fare in caso di sterilità maschile?
Qualora l'infertilità sia determinata da varicocele, ostruzioni, infezioni e disfunzione erettile, è necessario correggere queste cause. Nei primi due casi la correzione avviene tramite interventi chirurgici, mentre in caso di infezioni efficaci sono le terapie a base di antibiotici e di antinfiammatori

In cosa consiste lo spermiogramma?
In particolare, lo spermiogramma analizza il numero di spermatozoi dotati di movimento flagellare su un campione di non meno di 200 spermatozoi. Viene, quindi, definita normale una percentuale di spermatozoi superiore al 32% con motilità progressiva, in caso contrario si parla di astenozoospermia.

A cosa serve l'esame Spermiocoltura?
La spermiocoltura è un'indagine utile per individuare le infezioni a carico degli organi in cui scorrono lo sperma e il liquido seminale, ovvero: la prostata, le vescicole seminali, l'epididimo e l'uretra (*).

Quanto dura la fertilità maschile?
Questo è il motivo principale per cui il periodo più indicato per il concepimento va dai 20 ai 30 anni circa, con un primo calo della fertilità intorno ai 32 anni e un secondo dopo i 37, mentre negli anni che precedono la menopausa, le possibilità di avere un bambino sono pari a 0

Quando lo spermiogramma non va bene?
Uno scarso volume spermatico potrebbe indicare un numero di spermatozoi troppo basso per fecondare l'ovocita. Anche un volume eccessivo dell'eiaculato potrebbe essere negativo, causando una diluizione della quantità di spermatozoi presenti. L'aspetto dello sperma dovrebbe essere grigio opalescente.

Come aumentare la fertilità di un uomo?
- adottare una dieta alimentare ricca di vegetali e cibi che sono fonte di acidi grassi essenziali, l'Omega 3, detti grassi buoni. Sono ad esempio pesce azzurro, olio evo, semi, frutta secca;
 - intensificare l'attività sessuale per aumentare la produzione di spermatozoi;
 - assumere integratori specifici


Pagine: [1] 2 3

Utente+-

Benvenuto, Visitatore.
Per favore effettua il login oppure registrati.
 
 
 
Password dimenticata?

Cliniche partner

Facebook


Powered by EzPortal